Lakewood MM

di paoloanessi - accordiano DOC #32554 | 21 giugno 2012 @ 07:30
Modello base della casa Lakewood tra il 2002 e il 2005. La signorina, a occhio, si presenta in maniera molto umile, un pezzo di legno direbbero alcuni.
Senza particolari finiture, una rosetta attorno alla buca molto semplice, niente intarsi o decorazioni di alcun genere. Anche la tastiera è nuda e priva di madreperla, eccezion fatta per un simbolino chiamato dalla casa produttrice purify situato al dodicesimo tasto: connubio che, personalmente, mi ha sedotto la prima volta e che tutt'ora mi fa impazzire.
La forma del corpo è in stile Grand Concert, senza spalla mancante, e per alcuni potrebbe quindi risultare scomoda. Vi assicuro, invece, che la cassa armonica produce un volume e una risonanza non indifferenti.

Manico, fasce, fondo e tavola sono in mogano, si può quindi facilmente dedurre che il suono prodotto è piuttosto grosso e incentrato sulle frequenze basse e medie anche se, in realtà, il bilanciamento tra bassi e alti è molto buono. Consiglio dunque di fare affidamento al video per quel che può trapelare dalla terribile compressione audio di YouTube. 

Tramite un adesivo posto all'interno della buca i costruttori ci consigliano di montare delle .012, cosa che ho fatto per i due anni consecutivi all'acquisto, per poi passare recentemente alle .011.
Le meccaniche Gotoh montate sulla paletta risultano essere molto stabili alle pressioni di entrambi i tipi di scalatura, mantenendo le corde vicine all'accordatura esatta anche appena dopo averle montate, e anche il suono, passando dalle .012 alle .011, perde veramente pochissima consistenza.


La larghezza del manico, pezzo unico in mogano, è standard: 44mm al primo capotasto e 56mm al quattordicesimo, scorrevole e ben progettato, e insieme a un ponticello in palissandro indiano arricchiscono il tutto.

La chitarra suona veramente bene, il volume di suono fa impressione, si presta a qualsiasi tipo di maltrattamento, dallo strumming a sassate al fingerstyle più posato.
Ho trovato l'action dello strumento, dopo l'acquisto, un po' alto. Le corde, dopo l'assestamento iniziale e la tipica perdita della grinta causa invecchiamento, diventavano molto dure al tatto, anche montando marchi e tipologie di corda diversi. Allora ho sapientemente fatto abbassare l'action dal mio liutaio di fiducia (il buon Zacchetti) e devo dire che questa operazione ha saputo lenire, anche se comunque in parte, la ferita. Anche se c'è chi, la chitarra, la preferisce così.



È uno strumento dal sapore fortemente agrodolce e, senza essere particolarmente appariscente, riesce a colpire nella sua semplicità, con un bel suono deciso, pieno e grintoso. Chiaramente è una chitarra da 8cento-9cento euro e le aspettative sono irrimediabilmente inferiori rispetto a quelle chitarre da tre zeri, anche se questa Lakewood ha saputo incalzare abbastanza bene le massime della sua casta.
Se ne trovate una, come al solito, provare per credere.
Paolo Antoniazzi
Il problema evidente della chitarra acustica non amplificata risiede nel fatto che chi suona sente diversamente da chi ascolta.
Mi trovo d’accordo con la maggior parte dei punti evidenziati dal mio collega nell’articolo, mentre mi trovo in disaccordo sul bilanciamento sonoro dello strumento che, all’ascolto esterno, risulta sbilanciato tra suoni acuti e gravi, con una evidente carenza appunto su quest’ultima parte.
Nonostante la gran mano di Paolo che riesce comunque e soprattutto a ribilanciare il suono, con l’uso del thumb risulta comunque abbastanza evidente - anche semplicemente in strumming - una carenza di corposità.
La sensazione comunque cambia radicalmente nel momento in cui la si imbraccia.
Il risultato finale è comunque più che positivo, collocandosi in una fascia di prezzo con un'ottima resa sonora adatta a tanti stili diversi e ponendosi come uno strumento da tenere nella vita.
Magari affiancandola a una più economica da portarsi in spiaggia.
Paolo Anessi


Tutti i commenti

  • suonare suona... ha un bel ...
    di stono - accordiano #11272 | 21 giugno 2012 @ 08:25
  • Sicuri che quella che sta ...
    di Puma - accordiano #5525 | 21 giugno 2012 @ 12:06
    • Ciao Puma purtroppo sono ...
      di paoloantoz - accordiano DOC #34874 | 21 giugno 2012 @ 19:20
      • He si, in effetti avevo ...
        di Puma - accordiano #5525 | 22 giugno 2012 @ 11:34
        • Ho scritto ora ai "boys" ...
          di paoloantoz - accordiano DOC #34874 | 23 giugno 2012 @ 00:18
  • Mi piacciono le chitarre semplici ...
    di giamguel - accordiano #30928 | 21 giugno 2012 @ 16:16
  • ciao! Anche io qualche anno ...
    di svizzero - accordiano #4516 | 21 giugno 2012 @ 16:21
  • che combinazione!!
    di danilowski - accordiano #33521 | 05 luglio 2012 @ 01:25 | modificato: 05 luglio 2012 @ 01:32
    • Ciao Danilo sono d'accordo sulle ...
      di paoloantoz - accordiano DOC #34874 | 06 luglio 2012 @ 12:03
  • Ciao Paolo
    di danilowski - accordiano #33521 | 06 luglio 2012 @ 12:08 | modificato: 06 luglio 2012 @ 13:00
    • Grazie davvero per i complimenti! ...
      di paoloantoz - accordiano DOC #34874 | 07 luglio 2012 @ 18:40
  • ok seguirò i tuoi consigli, ...
    di danilowski - accordiano #33521 | 08 luglio 2012 @ 01:24
  • Anch'io ho una Lakewood con ...
    di binip - accordiano #19289 | 09 luglio 2012 @ 14:52
  • Ci stiamo avvicinando Paolo, ho ...
    di danilowski - accordiano #33521 | 12 luglio 2012 @ 10:27

Scrivi un commento

Accedi o crea un account per commentare.