Verificare l'efficienza di un pickup

consulenza di Martinez53 - accordiano #23272 | 19 luglio 2012 @ 16:00
Smontando una vecchia Telecaster di un  amico, ho notato che il pickup al manico aveva il filo dell'avvolgimento interrotto il quale penzolava fuori avvolgimento. Il filo, sottilissimo, talmente fino che non sono riuscito nemmeno a fargli una foto perché ci vorrebbe un'attrezzatura da macrofotografia che non ho, é così probabilmente in seguito a precedenti e maldestre manipolazioni. Però la cosa strana è che il pickup funziona.
Domanda: ma se un filo dell'avvolgimento è interrotto non dovrebbe compromettere il funzionamento del pickup? Ora ascoltando sembra che il pickup al manico abbia meno dinamica e volume del pickup al ponte. Sembra, ma non vorrei che il mio ascolto sia condizionato dalla consapevolezza del difetto.
Ora vorrei sapere se è possibile verificare l'efficenza di un pickup magari con l'ausio di un tester. È possibile, che so, paragonare l'impedenza del pickup al manico (difettoso) col pickup al ponte (non difettoso)? Insomma quali sono i parametri da controllare per verificare l'efficenza di un pickup? E per fare le misurazioni bisogna dissaldare i fili dei pickup dal selettore?
Risponde Luca Villani di I-SPIRA pickup: in realtà non c'è molto che si possa confrontare, perché pickup al manico e al ponte della Telecaster sono differenti tra loro.
L'interruzione dell'avvolgimento causa in genere la mancanza totale di segnale generato dal pickup.
Può essere che il pickup continui a suonare (poco e male) quando la rottura del filo resta composta e le due estremità "si guardano" a distanza di pochi millesimi di mm, permettendo a una porzione del segnale di circolare ugualmente per induzione.
Nel caso in questione è probabile che alcune spire esterne siano state allentate per una manomissione o smontaggio della cover e siano fuoriuscite, ma se sono realmente interrotte è difficile che il pickup possa continaure a generare segnale, a meno di una rottura posizionata altrove, in una porzione non visibile della bobina.
Un tester può evidenziare il valore della resistenza in corrente continua, che nel caso di un normale pickup al manico può essere attorno ai 7/8 Kohm, ma nulla di più.
Per questa operazione basta mettere i puntali sullo spinotto di un cavo jack collegato all'uscita della chitarra, avendo cura di selezionare il pickup che si vuole misurare e portando volume e tono nelle posizioni di "tutto aperto".

Marco Omar Viola di M.O.V.Guitars: quando un pickup è interrotto ci sono molte cose che si riescono a riconoscere come segnali di allarme, il volume molto ridotto o assente nei casi peggiori, la mancanza di spessore nelle frequenze basse, il fatto che il potenziometro del tono comincia di punto in bianco a fingere da volume nonostante l'immutato cablaggio.
Certo che se il tuo pickup ha un filo penzolante, a meno che non sia un avanzo di un inizio o di fine avvolgimento, è sicuramente interrotto e il fatto che emetta del segnale non è un indice di buon funzionamento. Va sicuramente ribobinato o sostituito.
Con il tester puoi provare a controllare la resistenza in kOhm dell'avvolgimento e se ciaramente vuoi una lettura pura, devi dissaldare almeno il pickup dal selettore e dal potenziometro. Il paragone deve essere fatto con un pickup di pari caratteristiche, non certo quello al ponte. Comunque, i pikup al manico delle Telecaster viaggiano dai 5,3 ai 5,9K con filo AWG42.


Tutti i commenti


Scrivi un commento

Accedi o crea un account per commentare.