Farida M26: piccola, mora, cinese

di Mr_Pone - accordiano #28115 | 19 luglio 2012 @ 10:30
Sono a Liverpool e il fatto di non avere le mie ragazze sotto mano mi costringe (come una vera tossicodipendenza) ad andare ogni giorno nei negozi musicali della città per elemosinare una mezza oretta (o più se possibile) di chitarra per sentire delle corde sotto le dita.
Evito di chiedere i soliti strumenti di alto rango, un po' per tranquillizzare il negoziante ma anche perché cerco la chicca, la "ragazza facile", lo sfizio insomma.
E siccome chi va al mulino s'infarina, voglio parlarvi di questa Farida M-26 VSB che ho lungamente suonato.

Farida... questo nome vagamente spagnoleggiante cela in realtà l'ennesima azienda cinese con produzione piuttosto diversificata e design che ammicca ai grandi storici nomi. In alcuni modelli elettrici hanno perfino tentato una via autonoma di stile, con risultati, a mio gusto, molto modesti.
Ma questa piccola acustica suona veramente bene e mi ha fatto dimenticare per qualche istante la mia adorata moretta che mi sta aspettando a casa.

La tavola armonica è in solido cedro rosso, le fasce e il fondo in laminato Pau Ferro (detto anche Bolivian Rosewood). Il manico è in Sonokelin (Dalbergia Latifolia o East Rosewood). Il primo impatto è la leggerezza di questa piccola chitarra, il secondo è il volume. Davvero notevole. La pasta del suono, pur non raggiungendo le raffinatezze cui sono, beato me, abituato, è molto convincente.
Io l'ho provata solo in acustico e non so dirvi le mie impressioni circa il sistema di amplificazione che è del tutto simile a quello montato dalle Gibson: un sacchettino di tela grossa (nel video lo si vede penzolare staccatosi dal velcro) dove alloggia la pila e una unica, piccola rotellina che comanda il volume montata internamente, quasi a filo con la buca. Fuori non si vede nulla, in perfetto stile Gibson.
Mi piace. Cavolo se mi piace. Piccola, leggera, comoda e con un bel vocione. Non posso portarla via perchè il biglietto aereo non lo consente, il budget nemmeno (sono 599 pounds) e credo che metterei a rischio il matrimonio. Mi accontento di stare lì in un angoletto del negozio a suonarla. La gente passa, mi guarda, si ferma ad ascoltare i miei smanacciamenti. Non devo aver fatto troppo schifo perché mi si avvicina un tizio e mi fa tutto un discorso (del quale capisco quasi nulla). Ma vuole sapere come mi chiamo e mi vuole stringere la mano. Mi sono fatto un fan! Bah... meglio di niente.

Ho girato (operatore di ripresa mia moglie: come faccio a spegnere?) anche un piccolo video con mezzi di fortuna.


Sicuramente meglio qui:



Potrebbe interessarti anche:
Framus e 25 firme per beneficenza (28/07/2013)
M-Picks Mini Slide: grande slide (27/07/2013)
Esporre le chitarre in casa (28/09/2001)
Papere Musicali (30/04/2001)

Tutti i commenti

  • hai fatto un danno
    di stefano58 - accordiano #23807 | 19 luglio 2012 @ 11:27
    --
    How can a poor man stand such times and live
  • suona bene davvero! Pensate quindi ...
    di stono - accordiano #11272 | 19 luglio 2012 @ 13:01
  • a proposito di legni
    di bluesmanpie - accordiano #9398 | 19 luglio 2012 @ 15:22
  • Ha tutte le caratteristiche che ...
    di janblazer - accordiano #26680 | 19 luglio 2012 @ 15:41
    --
    Sand in the Head - Rock Band
  • davvero caruccia !
    di Blues_guitar_man - accordiano #16047 | 19 luglio 2012 @ 17:31
  • Una recensione in diretta da ...
    di perrynason - accordiano #17170 | 19 luglio 2012 @ 19:47
  • Santa Donna!
    di TroppoFunky - accordiano #16807 | 19 luglio 2012 @ 21:48
  • Quresto diario è spettacolare,reportage chitarristico ...
    di Bustio - accordiano #24438 | 19 luglio 2012 @ 23:37
  • Forse mi avete convinto, quando ...
    di sepp - accordiano #10489 | 23 luglio 2012 @ 11:46
    --
    "Il bello della Musica è che quando ti colpisce non provi dolore"
    Bob Marley

Scrivi un commento

Accedi o crea un account per commentare.